Principi e Filosofia

Casa del Sole

La Clinica mira a realizzare una filosofia innovativa nella gestione dei servizi sanitari, orientata al “pensare in positivo”, comunque in senso migliorativo nell’ottica di un auspicato miglioramento delle condizioni di salute dei pazienti anziché solamente nella fatalistica accettazione della loro condizione di malattia. L’orientamento è quello di tradurre il più possibile nelle procedure operative, nei protocolli scritti e standard di servizio, questa peculiare filosofia gestionale. La struttura eroga servizi secondo regole uguali per tutti senza discriminazioni di età, sesso, lingua, religione, status sociale, opinioni politiche, forme di handicap, anche se i servizi vanno comunque personalizzati tenendo conto delle necessità delle persone, secondo criteri di obiettività e imparzialità.

service1service2

La valutazione dei bisogni si concretizza all’interno dell’unità operativa afferente sia in regime di ricovero che ambulatoriale, attraverso un programma specifico individualizzato, avente una valenza sia sanitaria (bisogno di salute), sia sociale (bisogno di risparmiare con eventuale convenzione della prestazione), sia in relazionale (bisogno di essere efficacemente “preso in carico”), al fine di potenziare o mantenere nella misura massima possibile, non solo il livello residuo di autonomia del cliente ma anche tutte le potenzialità orientabili all’obiettivo di un pieno recupero dello stato di salute.

  • PRINCIPI FONDAMENTALI E FILOSOFIA DELLA CLINICA

    • Trasparenza

    La clinica garantisce la massima trasparenza della propria attività sanitaria, gestionale e/o amministrativa, non solo attraverso la possibilità di visionare i documenti riguardanti i pazienti emessi dall’ente o di averne copia, ma anche con la chiarezza e la tempestività dell’informazione richiesta, salvaguardando comunque la riservatezza dei dati trattati.

    • Qualità della vita del paziente

    L’obiettivo primario della struttura è quello di prendersi cura del paziente, assicurandosi un insieme di servizi, che gli garantiscono, a livello ottimale:

    • Assistenza sanitaria
    • Cura della persona
    • Alimentazione adeguata alle esigenze
    • Comfort alberghiero

    Per la clinica riveste un’importanza particolare il rispetto del tempo dell’ospite, in riferimento ai suoi ritmi e alle sue abitudini di vita, ed anche il rispetto della sua dignità, in tutti i momenti del vivere quotidiano, mirando all’umanizzazione dei rapporti ed alla riservatezza entro i limiti organizzativi di una comunità di persone malate.

    • Efficienza, efficacia e qualità dei servizi

    La clinica persegue il livello massimo ipotizzabile di potenziamento del grado di autonomia presa dal paziente, attraverso il miglioramento continuo della qualità, complessivamente erogata, con i servizi della clinica ed utilizzando tutte le risorse disponibili nella misura economica maggiormente possibile.

  • MODALITA’ DI RICOVERO: ACCOGLIENZA, INSERIMENTO E AMMISSIONE

    Il malato che necessita di cure immediate o di soccorso dovrà rivolgersi al servizio accettazione sanitaria che provvederà secondo le esigenze. Nel caso fosse necessario il ricovero in altro centro specialistico l’accettazione sanitaria provvederà per quanto di sua competenza. Il meccanismo principale di accesso è rappresentato dalla proposta fatta dallo specialista interno o esterno con la quale il paziente si presenta presso l’accettazione sanitaria. Per i pazienti che non necessitano di cure immediate il medico di guardia deciderà sul ricovero immediato ovvero in caso di necessità sulla data in cui dovrà avvenire il ricovero stesso. All’atto del ricovero del paziente, dovrà essere presentata all’ufficio accettazione la documentazione comprovante il diritto di assistenza da parte del Servizio Sanitario Nazionale, oltre al documento di riconoscimento ed al codice fiscale. I pazienti ricoverati in caso di decisioni dovute ad eventi esterni di qualsiasi natura dovranno fare denunzia e firmare l’apposito modulo previsto dalle disposizioni vigenti.

  • SERVIZI AGGIUNTIVI

    • Passaggio di classe e servizi a pagamento.

    Come previsto dalla convenzione col SSN il passaggio di classe, o la fruizione di servizi particolari della categoria superiore comporta il pagamento di una differenza.

    • Letto/poltrona accompagnatore
    • Tv
    • Telefono
    • Ristoro

    In tali casi il fruitore dovrà provvedere a costituire un apposito deposito in amministrazione, integrandolo dietro sua richiesta e liquidandolo al termine della degenza. Gli accompagnatori dei degenti (per ciascun malato) possono usufruire – a pagamento (secondo tariffa esposta) – del servizio ristoro in camera mediante tempestiva prenotazione ed informando gli infermieri di turno.

    • Servizio religioso
    • Copia libretti clinici
    • Servizio ristoro
    • Servizio informazioni
    • Servizio telefonico
    • Parcheggi
    • Distribuzione posta
    • Associazioni volontariato
  • TUTELA E PARTECIPAZIONE DEI PAZIENTI E DEI FAMILIARI

    • Reclami e apprezzamenti

    La clinica garantisce la funzione di tutela nei confronti del paziente, attraverso la possibilità di sporgere reclami su disservizi insorti. Le segnalazioni saranno utili per conoscere e per comprendere meglio i problemi esistenti e poter prevedere possibili miglioramenti del servizio erogato. Il reclamo si può presentare attraverso due modalità:

    • Compilazione del modulo predisposto che può essere richiesto all’ufficio relazioni com il pubblico e che va recapitato in direzione dell’ente.
    • Lettera in carte semplice indirizzata ed inviata alla direzione dell’ente o anche consegnata mano all’ufficio relazioni con il pubblico.

    Il direttore sanitario provvede a dare immediata risposta a quelle segnalazione di natura clinica, assistenziale, alberghiera che si presentassero di veloce soluzione.
    Per reclamo si intende ogni comunicazione scritta nella quale si esprime chiaramente una lamentela motivata circa la non coerenza del servizio ricevuto. Con quanto previsto annualmente la direzione sanitaria provvede a svolgere indagini sul rispetto dei diritti del paziente da parte del personale.
    Allo stesso modo vengono gestiti gli apprezzamenti alla struttura al fine di una visione realistica ed equilibrata dei servizi effettivamente erogati.

  • INFORMAZIONI GENERALI

    • Corredo personale del paziente ospitato

    Ad ogni inserimento al nuovo paziente è richiesto:

    • Carta d’identità
    • Tessera sanitaria e codice fiscale
    • Eventuale documentazione clinica precedente
    • Oggetti di valore e personali

    Su richiesta si effettua un servizio di custodia oggetti personali e di valore.

    • Orario di visita

    L’orario visita è consentito a familiari e conoscenti senza limitazioni particolari, purché nel rispetto delle specifiche esigenze degli ospiti, valutate e indicate dalla struttura. I pazienti comunque devono aver dichiarato la loro volontà a far conoscere il proprio stato di salute.

  • PRATICHE GENERALI

    • Informazioni al paziente ed al medico di base

    Il medico informa il cliente della conclusione dell’iter diagnostico-terapeutico, registra in apposita modulistica la relazione di trattamento, indicando:

    • Motivo della prestazione
    • Evoluzione della patologia
    • Condizioni in ingresso e in uscita del paziente
    • Conclusioni diagnostiche
    • Esito esami ed eventuali conseguenze specialistiche
    • Visite di controllo/esami successivi
    • Certificazioni

    La relazione, firmata ed indirizzata al medico di base, viene consegnata al paziente da parte del medico che provvedere a dare le necessarie spiegazioni. I medici della clinica si rendono disponibili a dare spiegazione anche ai medici di base dei pazienti seguiti.

  • DIRITTI

    Il paziente ha diritto di essere assistito e curato con premura e attenzione, nel rispetto della dignità umana e delle proprie convinzioni filosofiche e religiose. In particolare, durante la degenza ospedaliera, ha diritto di essere sempre individuato con il proprio nome e cognome anziché con il numero o il nome della propria malattia.
    Ha altresì diritto ad essere interpellato con la particella pronominale “lei”.
    Il paziente ha il diritto ad ottenere informazioni relative al servizio erogato, alle modalità di accesso ed alle relative competenze. Lo stesso ha il diritto di indentificare immediatamente le persone che lo hanno in cura.
    Il diritto di ottenere informazioni complete e comprensibili in merito alla diagnosi della malattia, alla terapia proposta e alla relativa prognosi. In particolare, salvo i casi d’urgenza nei quali il ritardo possa comportare pericolo, il paziente ha il diritto di ricevere le notizie che gli permettono di esprimere un consenso effettivamente informato prima di essere sottoposto a terapia o interventi:
    dette informazioni debbono concernere anche i possibili rischi o disagi conseguenti al trattamento.
    Ove il sanitario raggiunga il motivato convincimento dell’inopportunità di un’informazione diretta, la stessa dovrà essere fornita, salvo espresso diniego del paziente, ai familiari o coloro che esercitano la potestà tutoria.
    Il paziente ha altresì diritto di essere informato sulla possibilità di indagine e trattamenti alternativi anche se eseguibili in altre strutture. Ove il paziente non sia in grado di determinarsi autonomamente, le stesse informazioni dovranno essere fornite alle persone di cui al punto precedente.
    Il paziente ha il diritto di proporre reclami che debbano essere sollecitamente esaminati e di essere tempestivamente informato sull’esito degli stessi.

  • DOVERI

    Il cittadino malato è invitato ad avere un comportamento responsabile in ogni momento nel rispetto e nella comprensione dei diritti degli altri malati, con la volontà di collaborare con il personale medico, infermieristico, tecnico e con la direzione della sede sanitaria cui si trova.
    L’accesso in ospedale o in un’altra struttura sanitaria esprime da parte del cittadino-paziente un rapporto di fiducia e di rispetto verso il personale sanitario, necessario per impostare un corretto programma terapeutico assistenziale. È un dovere di ogni paziente informare tempestivamente i sanitari sulla propria intenzione di rinunciare secondo la propria volontà, a cure e prestazioni programmate in modo da evitare sprechi di tempo e di risorse.
    Il cittadino è tenuto al rispetto degli ambienti, delle attrezzature e degli arredi della struttura, ritenendo gli stessi patrimonio di tutti e quindi anche propri.
    Nella considerazione di essere parte di una comunità è opportuno evitare qualsiasi comportamento che possa creare situazioni di disturbo o disagio. È inoltre indispensabili evitare l’affollamento intorno al letto.
    È dovere di tutti rispettare il riposo notturno e diurno. Le sale soggiorno sono ubicate all’interno di ogni reparto.
    In clinica è vietato fumare.
    L’organizzazione e gli orari, previsti nella struttura sanitaria nella quale si accede, devono essere rispettati in ogni circostanza. Le prestazioni sanitarie richieste in tempi e modi non corretti determinano un notevole disservizio per tutta l’utenza. È opportuno che i pazienti e i visitatoti si spostino all’interno della struttura ospedaliera utilizzando i percorsi riservati ad essi, raggiungendo direttamente le sedi di loro stretto interesse.
    Il personale sanitario, per quanto di competenza, è invitato a far rispettare le norme enunciate per il buon andamento del reparto e il benessere del paziente.